Avete presente Re Mida, quello che trasformava in oro tutto ciò che toccava? Daniele Luttazzi quando mette piede in tv fa la stessa cosa, solo che quello che tocca lo trasforma in censura. Il caso Satyricon e la presentazione deL’odore dei soldi con Marco Travaglio è solo l’esempio più eclatante. Si era, a quei tempi, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Luttazzi, Bertolucci e Funari: le bombe della Rai2 di Freccero

prev
Articolo Successivo

Cara Fastweb ti scrivo…

next