L’inchiesta

I fascisti, il designer e il vecchio capo ultrà. La curva “decapitata”

Milano - L’agguato ai napoletani, costato la vita a un assalitore, inguaia i tutti i gruppi interisti più estremi. Caccia all’investitore

2 Gennaio 2019

Quei cento urlavano: “È una guerra”. Le 19.20 del 26 dicembre. In via Novara a Milano si scatenano gli scontri. L’agguato degli ultras dell’Inter contro i van dei napoletani è al suo apice. Una ventina di metri oltre verso via San’Elena c’è il corpo di Dedè Belardinelli. Ha il bacino frantumato, ma non è ancora […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.