Dopo i direttori dei telegiornali, in Rai arriva anche l’infornata dei vicedirettori. Che aumentano sempre più. Questa volta sono 30, contro i 25 nominati nel 2016 all’epoca di Antonio Campo Dall’Orto. Così divisi: 7 al Tg1 (prima erano 6), 5 al Tg2, 5 al Tg3 (prima erano 4), 6 alla Tgr e 7 a Radiorai (prima erano 6). Ma arriva anche un condirettore, alla Tgr. I nomi sono stati comunicati ieri all’interno di lungo Cda in cui sono stati esaminati i piani editoriali dei nuovi direttori, il budget del 2019 e il piano delle fiction per il prossimo anno. Il pacchetto dei vicedirettori è stato frutto di lunghe trattative e, a quanto si apprende, anche Fabrizio Salini e Marcello Foa avrebbero detto la loro con qualche inserimento last minute.

Al Tg1 di Giuseppe Carboni le new entry come vicedirettori sono Grazia Graziadei (ora vicina alla Lega, ma un tempo considerata di area forzista), Angelo Polimeno Bottai (nipote di Giuseppe Bottai, ministro e gerarca fascista), Bruno Luverà (vicino ai 5 Stelle) e la quirinalista Simona Sala. Confermati sono poi Filippo Gaudenzi, Costanza Crescimbeni (area Pd) e Maria Luisa Busi. Al Tg2 diretto da Gennaro Sangiuliano arrivano alla vicedirezione Francesco Primozich (già vice al Tg1), Francesca Nocerino e Enzo Calise (dalla Tgr di Napoli), mentre sono confermati Carlo Pilieci e Andrea Covotta. Al Tg3 di Giuseppina Paterniti diventano vicedirettori Riccardo Chartroux (marito di Maria Luisa Busi) e Maurizio Losa (che era tra i candidati alla direzione di Raisport). Confermati sono invece Maurizio Ambrogi, Pierluca Terzulli e Giorgio Saba.

Alle testate regionali il direttore Alessandro Casarin sarà affiancato da Roberto Pacchetti come condirettore. Le new entry alle vicedirezioni sono Roberto Gueli (che arriva dal Gr) e Guido Torlai (in arrivo dalla Tgr Toscana), mentre vengono confermati Nicola Rao, Ines Maggiolini e Carlo De Blasio. Infine, a Radio Rai, guidata dall’ex direttore del Tg3 Luca Mazzà, diventano vicedirettori Gaetano Barresi, Angela Mariella, Carmen Santoro (vice al Tg3) e Ivano Liberati. Confermati nella carica sono invece Federico Zurzolo, Francesca De Vitis e Maria Teresa Torcia.

Ora per completare il quadro mancano i vicedirettori delle reti, in arrivo verso la metà di gennaio. Poi toccherà alle direzioni di peso all’interno dell’azienda, come Rai pubblicità, Rai cinema e Rai fiction. Da decidere, infine, anche il responsabile dell’ufficio stampa, dopo l’uscita di Luigi Coldagelli.