“Hic manebimus optime”. Dopo il sacco di Roma per mano dei Galli (IV sec. a.C.), il Senato affrontò il dilemma se lasciare la città in rovine e trasferirsi a Veio o ricostruirla. Mentre i patres discutevano, si verificò un fatto determinante. Racconta Tito Livio: “Troncò ogni incertezza una voce opportunamente levatasi, allorché, mentre poco dopo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Leggete Fusaro e conoscerete le prossime leggi di Salvini

prev
Articolo Successivo

Ah, che belle pause che fa Celentano…

next