Il maschilismo è un reato, il femminismo no, anzi: è un tabù inamovibile. Ma la natura – quella che, per definizione, ama nascondersi – fa tana libera tutti dell’eros. Eva Herzigova, in posa per Yamamay – un ritorno mozzafiato dalla lontana campagna del 1994 per Wonderbra – attira a sé l’attenzione dei passanti: “Hey Girl!”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

La Settimana Incom

prev
Articolo Successivo

Disabilità? A teatro ogni differenza diventa ricchezza

next