Potrebbe essere Arron Banks l’anello debole della presunta collusione fra la Russia di Putin e diversi soggetti occidentali, uniti nell’obiettivo di destabilizzare l’Unione europea. Self made man, re delle assicurazioni, Banks è ignoto alle cronache fino al 2014, quando versa 1 milione di sterline nelle case dell’UKIP di Nigel Farage, di cui condivide la crociata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Caso Khashoggi, Erdogan accusa il principe saudita

prev
Articolo Successivo

Hunter Killer mette d’accordo russi e ucraini

next