“Il nuovo testo della legge sul voto di scambio politico-mafioso (416 ter) ha una volontà generale: raccogliere gli insegnamenti di Giovanni Falcone che per primo, nel 1992, la pensò e la volle fortemente”. Mario Giarrusso, senatore del Movimento 5 Stelle e relatore del nuovo provvedimento, non ha dubbi su questo. Falcone, 26 anni dopo… In […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

’Ndrine in Emilia: 118 condanne. “Holding mafiosa”

prev
Articolo Successivo

Parnasi: “Pagavo Lanzalone perché era un canale con i 5S”

next