Sfruttati, sottopagati e senza neanche un risarcimento. Alcuni, poi, processati aver protestato contro i loro datori di lavoro. Sono le storie di molti braccianti marocchini impiegati nella raccolta di frutta e patate in provincia di Alessandria nelle campagne tra Tortona e Voghera (Pavia), una delle tante Rosarno del Nord. Qui negli ultimi mesi il tribunale […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Via D’Amelio: 3 agenti a processo per depistaggio

prev
Articolo Successivo

L’Unicef non querela: la legge dem salva il cognato di Renzi

next