La Dda ha chiesto di scandagliare archivi notarili, delle camere di commercio, degli uffici tributari. Ha riesumato note della Guardia di Finanza vecchie di oltre trent’anni. Ha fatto analizzare una per una oltre 100 modelli 740, 500 modelli di sostituto d’imposta, più di 1500 bilanci e un migliaio di visure societarie. “Questo modo di procedere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Ciancio è socio di mafiosi ”Sequestrati anche i giornali

prev
Articolo Successivo

Gli Usa si comprano Versace e il Made in Italy dei dividendi

next