Contro il generale Antonio Subranni le accuse di favoreggiamento sono ormai prescritte, ma l’ordinanza del gip di Palermo, Walter Turturici, conferma dopo 18 anni le conclusioni dell’Antimafia: le indagini sul delitto di Peppino Impastato, il militante di Democrazia Proletaria dilaniato dal tritolo il 9 maggio 1978, giorno del ritrovamento di Aldo Moro, furono depistate. Archiviando […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Flat tax e pace fiscale: “Così cambierà il fisco”

prev
Articolo Successivo

L’ambasciatore porta pena a Tripoli (e sta in congedo)

next