A Foggia, dopo il dolore per la morte di 16 braccianti nel giro di 48 ore, sarà la giornata delle proteste. Nelle campagne i braccianti sciopereranno mentre in città ci saranno due manifestazioni contro il caporalato, la mattina della Usb, il pomeriggio di Cgil, Cisl e Uil. Sull’incidente di lunedì la procura, guidata da Ludovico […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Caporalato, affamare gli ultimi per fare più soldi. Dietro le stragi c’è il ribasso dei prezzi

prev
Articolo Successivo

A Bologna evitata una strage. E non per caso

next