Per quanto vogliano apparire diversi, e uno dei due abbia persino coniato un hashtag per proclamare il suo essere #altracosa, i due Matteo, Salvini e Renzi, si somigliano molto. Certo, Salvini è più bravo (infatti vince), e aderisce così perfettamente al suo personaggio da far passare le sue studiatissime uscite per l’effetto di un temperamento troppo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Strage di Bologna, Bonafede promette: “Ora basta segreti”

prev
Articolo Successivo

Daisy, identificati gli aggressori: “Abbiamo agito per goliardia”

next