Luigi Di Maio è ministro del Lavoro da soli dodici giorni, ma sotto la sua casa di Pomigliano d’Arco sono già andate in scena due manifestazioni di operai. Dopo quella del licenziato di Fca che si è cosparso di benzina, ieri mattina sono arrivati i dipendenti del Consorzio unico di bacino, società regionale campana della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Generazione “i” come iperconnessione (e mille altri problemi)

prev
Articolo Successivo

La “collina” dei corpi e i trilli dei cellulari tra i morti e i feriti

next