Le vittime delle vessazioni hanno disertato l’aula bunker di Rebibbia. Hanno deciso, forse per paura, di non volersi costituire parti offese nel primo maxi-processo a carico di appartenenti al clan Spada, il sodalizio criminale che secondo i pm della Procura di Roma detta legge nella zona di Ostia. Un segnale che arriva proprio nella prima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“L’isolamento di Rigopiano fu causato dalla Regione”

prev
Articolo Successivo

Lionel Messi come Arafat Palestina batte Israele 1-0

next