Elisabetta Trenta, neo ministro alla Difesa, ha iniziato il suo lavoro – ieri, nel giorno del suo cinquantunesimo compleanno – cercando di smorzare le prime polemiche. Ha chiesto al marito di trasferirsi dalla segreteria del vicedirettore nazionale agli armamenti, in un settore lontano dal sospetto di conflitto d’interessi: agli Affari generali, sotto la direzione di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Spread, anche Financial Times mette sotto accusa la Bce

prev
Articolo Successivo

Ecco come Di Maio prova a blindare gli eletti a 5 Stelle

next