Nell’inquietante video Dominations du monde, esposto al Palais de Tokyo in una personale dedicata allo smascheramento e alla critica del potere (Il nemico del mio nemico, fino al 13 maggio), l’artista franco-algerino Neïl Beloufa rappresenta diversi meeting ufficiali di decisori e dirigenti i quali, dopo aver profuso analisi del declino dei rispettivi Paesi, le portano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Vola dal quinto piano il cronista che indagava sui soldati-fantasma

prev
Articolo Successivo

Rossi e “I miei vinili”, la storia è tutta su disco

next