“Un chiodo da 20 mila euro nel perone: voleva rovinarmi”

Pioggia di testimonianze ed esposti in Procura contro la cricca lombarda delle protesi

12 Aprile 2018

Milano “Il dottor Calori mi propose, per correggere un disallineamento femororotuleo, di spaccare e staccare la cresta tibiale, spostarla sul perone fissandola con un chiodo. Costo visita 200 euro, del folle ed inutile intervento chirurgico 20mila euro. Costo dello spavento, incalcolabile”. È di racconti come quello postato su Facebook da Rosa S. che potrebbero ora […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.