Ci sono due menzogne dietro la narrazione del “grande progetto” di organizzare i Giochi Olimpici Invernali coinvolgendo Milano e Torino. La prima è una bugia olimpica: Torino ha messo in piedi la sua Olimpiade nel 2006 e potrebbe tranquillamente riutilizzare le infrastrutture già esistenti con investimenti ragionevoli senza aver bisogno della capitale lombarda, mentre Milano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Risiko 2026, corsa a tre all’Olimpiade “low cost”

prev
Articolo Successivo

Giudici di pace in sciopero. Si ferma l’“altra” giustizia

next