Migranti, anzi, naufraghi appena salvati picchiati con le corde. Minacciati con le armi. Violenza e spregiudicatezza. Il rapporto firmato dal segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres sulla situazione della Libia, pubblicato il 12 febbraio 2018 e acquisito dalla procuratrice del Tribunale penale internazionale nei giorni scorsi, contiene parole durissime sulle azioni della Guardia costiera […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Aldo Moro, il caso – Il giallo dei due “Gradoli” e la seduta spiritica per salvare la talpa Br

prev
Articolo Successivo

La Francia si accanisce sulla migrante incinta

next