Il primo gennaio dello scorso anno partiva in Finlandia la sperimentazione di un reddito universale di base (Ubi, Universal basic income), destinato a un campione duemila disoccupati estratti a sorte, di età compresa tra 25 e 58 anni, a cui viene erogata una somma mensile di 560 euro prima delle imposte, senza obbligo di cercare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il nuovo Osservatorio non basta ancora

prev
Articolo Successivo

Molti ricordano il delitto Moro. Ma non tutti la criminalità

next