Ieri si è difeso su Facebook con una diretta un po’ scombinata, tra il microfono che non funzionava e l’emozione del neofita. Ma per Emanuele Dessì, candidato dal M5S per il Senato nel listino plurinominale Lazio 3, il rapporto con i 5Stelle è ormai compromesso. Perché il capo politico e candidato premier Luigi Di Maio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’ordine del “comunicatore” grillino: “Trovate foto imbarazzanti degli avversari”

prev
Articolo Successivo

Bondi e le rovine di Arcore: “Mi vergogno di essere stato lì”

next