È passata sottotraccia negli ultimi anni, ma la crisi gravissima del Credito Valtellinese non ha nulla da invidiare alle emorragie bancarie più note: da Mps a Carige alle banche venete. Ora è arrivato l’epilogo. La banca, guidata dal 2010 da Miro Fiordi, il mese prossimo dovrà dare il via a un aumento di capitale da 700 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

No alla tronista, sì al giudice: è moglie del vice di Musumeci

prev
Articolo Successivo

Il vero segreto della Brexit: non funziona

next