L’ho vista. Ho visto la merla. L’uccello dei giorni più freddi dell’anno. Non zampettava nella neve, ma tra i rami di una mimosa fiorita prima del tempo. Che strano gennaio assolato! Le formiche già s’industriano fuori dalle tane, due passerotti volteggiano allegri, il parco è pieno di Vespe, tutte rigorosamente bianche, parcheggiate in fila davanti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Illuminata passione di Adriano per libri e biblioteche

prev
Articolo Successivo

La testatina

next