C’è stata in America la clamorosa ed appassionata notte delle women in black alla cerimonia dei Golden Globe, le attrici tutte in nero per ricordare le discriminazioni e rivendicare il coraggio nel denunciare gli abusi del potere degli uomini, “il cui tempo è scaduto” (Ophrah Winfrey). E c’è stata, ieri, in Francia, l’altrettanto clamorosa lettera […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Castro, addio ma non troppo. All’Avana potere diviso per 3

prev
Articolo Successivo

Ai tre cari conduttori basta il 40% (di share)

next