Non è da tutti avere fiducia dal proprio capo, con tanto di “promozione”, nel giorno in cui si apprende che sei indagato. È accaduto al pm di Nocera Inferiore Roberto Lenza, accusato di rivelazione di segreto d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Napoli sul presunto “sistema” di sentenze pilotate orchestrato dal giudice civile di Salerno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Antimafia, Bindi: “Juve complice inconsapevole ma non vittima per le infiltrazioni delle ’ndrine”

prev
Articolo Successivo

Caso Moro, 700 mila documenti per riscrivere la verità ufficiale

next