Le polemiche sulle foglioline del logo di ‘Liberi e Uguali’ fanno pensare che le suddette foglioline qualcuno se le sia fumate. Lo scandalo botanico che vede implicato Pietro Grasso imputa al neoleader della sinistra l’intenzione di relegare le donne al ruolo di orpello decorativo: la trasformazione delle I di Liberi in E, ottenuta con l’aggiunta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La partita delle liste: Pd senza primarie, M5S col rischio web

prev
Articolo Successivo

I Servizi segreti smontano la bufala delle fake news

next