Trump non deve amare il Giro d’Italia. E il sentimento è ricambiato da cicliste come la cinquantenne Juli Bricksman che il corteo presidenziale stava per arrotare (lei, furibonda, lo ha mandato a quel paese sollevando il dito medio, la foto ha spopolato nel web, il datore di lavoro l’ha licenziata). Donald avrebbe potuto aspettare l’8 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Il “re” Froome è positivo: il ciclismo ha il fiato corto

prev
Articolo Successivo

Erdogan “pifferaio magico” dei musulmani anti-Israele

next