È il moto perpetuo dell’austerità. La manovra appena approvata non è ancora legge, ma stando alle bozze contiene 2,7 miliardi di tagli alle Regioni, che si scaricheranno in parte sui fondi sociali e in parte sulla sanità, dove mancano i soldi per rinnovare i contratti. Vale la pena di ricordare che a inizio 2017 le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Noi del M5S per il Sì, non è secessione”

prev
Articolo Successivo

Sì al bonus 18enni (un flop): forbici su sanità e Regioni

next