Doveva fare il suo debutto nell’Unico 2018 e sgravare le imprese da due miliardi di imposte. Purtroppo dell’Iri, la nuova flat tax sul reddito imprenditoriale introdotta nel 2017, nella manovra sono stati contabilizzati solo i risparmi dovuti al suo rinvio. L’applicazione dell’imposta è stata rimandata di un anno nel Documento programmatico di bilancio (Dpb) inviato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La fattura elettronica: corsa a ostacoli per il contribuente

prev
Articolo Successivo

Una tassa va, altre arrivano: aumenti su concorsi e giochi

next