Il colloquio

“La mia legge va superata: ora i matrimoni gay”

Monica Cirinnà - La senatrice Pd, madrina delle unioni civili, e l’alleanza con Alfano (“letto di spine”)

Di Mariateresa Totaro
18 Ottobre 2017

“La legge Cirinnà non va migliorata. Vorrei che fosse proprio superata”. A pronunciare queste parole, strano ma vero, è proprio Monica Cirinnà, la senatrice Pd che ha firmato la legge sulle unioni civili approvata definitivamente l’11 maggio 2016 dopo un lungo e travagliato iter parlamentare. Addio legge Cirinnà quindi, dice Cirinnà, ma per fare che? […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui