Ormai quando si parla di Leonardo Finmeccanica la domanda è sempre: cosa ne resta? Perché i numeri dicono che l’ex colosso della difesa e dell’aerospazio è sempre più piccolo. E l’arrivo del banchiere Alessandro Profumo come amministratore delegato non ha soltanto sottolineato l’assenza di prospettive di vero rilancio. Nell’immediato, le preoccupazioni sono per gli effetti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Governo e manager stanno affondando Finmeccanica”

prev
Articolo Successivo

Classifica Facebook Top Newspapers 2017: il Fatto primo tra gli italiani

next