Pensavamo di poter rimandare la lettura del nuovo capolavoro letterario di Dario Franceschini, ministro dei Beni e delle attività culturali a insaputa degli stessi, a quella fase della vita in cui si sono già terminati Dostoevskij, Stendhal, Thomas Mann. Ma l’altro giorno il Corriere l’ha recensito tanto entusiasticamente (“tracce felliniane”, “atmosfera alla Olmi”, “echi di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La mossa di Bersani: facciamo le primarie. Il Pd dice no (per ora)

prev
Articolo Successivo

Terremoto, scandalo degli sms per Amatrice: indaga la Procura su 33 milioni mai arrivati

next