La Stidda non ha preferenze e quando si tratta di elezioni è sempre sul cavallo vincente. Siamo a Vittoria, in provincia di Ragusa, dove la Stidda è più “grossa” di Cosa Nostra: nel 2016 al ballottaggio restano le liste civiche di Giovanni Moscato e Francesco Aiello, e gli stiddari, secondo le accuse della Procura di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

La vignetta di Beppe Mora

prev
Articolo Successivo

“La deputata anti-abusi è una minchiona”

next