Qualcosa non quadra nella ricostruzione dell’audizione di luglio al Csm del procuratore di Modena Lucia Musti. Che quando parla del maggiore del Noe Giampaolo Scafarto e del colonnello ed ex vicecomandante del Noe Sergio De Caprio, riferisce loro frasi che riguardano inchieste diverse (Cpl-Concordia e Consip), consumate in tempi diversi e riguardanti politici diversi. L […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Testatina 1609

prev
Articolo Successivo

La fretta di coinvolgere i pm e la “profezia” del leader Pd

next