Il calcio batte il calcio d’agosto, non è la prima volta e non sarà l’ultima. Il Milan cinese veniva da un mercato che aveva scatenato le edicole, e da un filotto di successi che, tra Europa e il resto, sembrava aver già trasformato l’acqua in vino. Lotito gli aveva ceduto Biglia, il regista, e spedito […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Miracolo-Clapton nella Grande Mela: sul palco il “re” non è ancora morto

prev
Articolo Successivo

“Col beach stiamo vincendo tutto ma c’è chi lo chiama sport minore”

next