L’ “eroe informatico”, benché “casuale” per sua stessa ammissione, quello che poco più di due mesi fa seppe bloccare WannaCry un meccanismo virale che attaccò centinaia di migliaia di sistemi informatici, anche in Italia, ricevendo parole di gratitudine perfino dalla premier britannica Theresa May, è agli arresti negli Stati Uniti, e rischia 40 anni di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Trump aumenta l’affitto, sfrattato il Secret Service

prev
Articolo Successivo

Maduro se ne frega del Papa: si insedia la sua Costituente

next