Nel giorno in cui la Chiesa festeggia la solenne festività dei santi Pietro e Paolo patroni di Roma, piomba come una folgore a ciel sereno l’incriminazione del potente cardinale australiano George Pell, 77 anni, a suo tempo arcivescovo di Melbourne e poi di Sydney, attuale Prefetto degli Affari economici del Vaticano, per presunti reati di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Testatina 3006

prev
Articolo Successivo

Fallita la sua riforma delle finanze sante, Francesco lo scarica

next