Il “tesoretto” annunciato da Matteo Renzi per le opere pubbliche nasconde uno stanziamento di 10 miliardi di euro alla Difesa, per metà destinato all’acquisto di nuovi armamenti. Il “Fondo Renzi” nella legge di Bilancio 2017 era stato presentato come un intervento destinato a infrastrutture stradali e ferroviarie, ricerca, edilizia scolastica e popolare, riqualificazione delle periferie, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Finmeccanica, “il manager assegnava appalti a se stesso”

prev
Articolo Successivo

Carige: cambio al vertice targato Malacalza. Arriva posta dalla Bce

next