Se protesti ti arresto: la democrazia secondo lo zar Putin

L’oppositore Navalny fermato a casa prima del corteo anti-corruzione, 1500 in manette fra Mosca e San Pietroburgo

Di Fabrizia Caputo
13 Giugno 2017

Aveva organizzato la manifestazione nel giorno della celebrazione della Russia, quello della festa nazionale e non era stata autorizzato. Alexey Navalny è stato arrestato sul pianerottolo della sua abitazione prima di poter scendere in strada e mettere in atto la protesta anti-corruzione, in particolar modo rivolta al premier Dmitry Medvedev. Il blogger e leader dell’opposizione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.