“Ci sono i tifosi di calcio – diceva Agostino Di Bartolomei – e poi ci sono i tifosi della Roma”. Umorali, visionari, infantili, creduloni, romantici, sempre innamorati, con il cuore in gola, esaltati e delusi, felici e tristi nello stesso momento, come nella più classica delle storie d’amore. Hanno imparato a recitare la parte dei […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Quando il gioco si fa duro lo Squalo inizia a scalare

prev
Articolo Successivo

Vite misteriose di passeggeri in metropolitana

next