Si sente già il fruscio del tappeto rosso di madama Antimafia srotolare per le vie di Palermo, in occasione del 25esimo anniversario della morte del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli uomini della loro scorta. In un rito borbonico e maestoso, anche quest’anno Palermo ospiterà le più alte cariche dello Stato, magistrati, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Gesù insegna ai discepoli la fede come antidoto contro il turbamento

prev
Articolo Successivo

Oliviero Beha, il difensore civico libero come Zorro

next