Venticinque anni dopo le porte del carcere si aprono per Rocco Papalia, originario di Platì, e considerato uno dei boss più influenti della ‘ndrangheta in Lombardia. Uomo dal pedigree criminale enorme, Papalia ieri ha lasciato il carcere di Secondigliano. Papalia è stato in galera ininterrottamente dal 1992. Trent’anni fatti di seguito e dunque, come prevede […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)