La messa di Leo Messi nella cattedrale del Real ha fatto il giro del mondo. Era il Clásico, il massimo che il calcio possa offrire, Cristiano Ronaldo contro Messi, il robot palestrato contro il nano barbuto, 32 anni il primo, 29 il secondo. Il risultato recita Real-Barcellona 2-3 e riapre la corsa allo scudetto della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Il giardino degli inglesi” a Napoli. Storia di una lotta combattuta e persa

prev
Articolo Successivo

Grigio in aprile: l’Alessandria si rifà male da sola

next