Travolto dal furgone guidato da un amico. È morto sul colpo, un minuto dopo le 8, Michele Scarponi, 37 anni, il grimpeur marchigiano che il 5 maggio prossimo, prima tappa del Giro d’Italia del centenario, avrebbe vestito i panni del leader della Astana, orfana di Fabio Aru. Lui che il Giro se lo era aggiudicato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Così il balilla si convertì: “Quel blues gridava libertà”

prev
Articolo Successivo

Scalatore e uomo squadra: grazie a lui Nibali ha vinto il Giro

next