L’Organizzazione mondiale della Sanità lo ritiene un “possibile cancerogeno”, come il caffè. Il telefono cellulare, ma anche strumenti con campi elettromagnetici a radiofrequenza come i cordless, i dispositivi bluetooth e wi-fi sono sotto osservazione, ma non sono ancora classificati come un “cancerogeno certo” o “probabile”. Questa distinzione è arrivata nel 2011 grazie all’opera di revisione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Borsellino, prescritto il falso pentito: “Scarantino costretto a mentire”

prev
Articolo Successivo

Lolite, piscina e playback. Non è la Rai ci ha rapiti così

next