Niente selfie in corsia e in sala operatoria. La comunicazione è della direzione generale delle professioni sanitarie del ministero della Salute. Niente scatti in servizio. E non soltanto perché quando indossi il camice devi tenere in mano il bisturi. Insomma, non solo per ragioni di lavoro. Ma perché bisogna proteggere la privacy e la riservatezza […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Caccia a Igor, si indaga sui giornali che hanno pubblicato la sua foto

prev
Articolo Successivo

La scoperta della libertà

next