Con il film Pretty Woman milioni di italiani hanno scoperto una delle professioni più odiose del mondo: comprare aziende in difficoltà, spogliarle di tutto ciò che ha qualche valore, mettersi in tasca il ricavato, lasciare sul lastrico i lavoratori e squagliarsela. I politici che ci “amministrano” sono altrettanti Richard Gere (ovviamente meno affascinanti, simpatici e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Schiaffo ai Benetton, la Tirrenica non si fa più

prev
Articolo Successivo

Silenzio stampa sul caso Madia: black-out di regime

next