Il cachemire. Tessuto filosofale dei cortocircuiti della sinistra. D’Alema doveva negare di indossarlo per non dispiacere le masse; Matteo è idolatrato da chi lo produce. Brunello Cucinelli, “re del cachemire”, maestro artigiano del borgo umbro di Solomeo, l’ha detto a Faccia a faccia da Minoli: “Matteo è vero”, come a dire ciò che è reale […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Giudizi e consigli non richiesti ai candidati Dem

prev
Articolo Successivo

“Dalla Chiesa, il mandante fu il deputato Cosentino”

next