L’attivista e blogger russo Alexei Navalny è stato arrestato ieri a Mosca in piazza Majakovskaja, durante una manifestazione non autorizzata contro la corruzione, insieme ad altre 500 persone, secondo la polizia (per Ovd-Info sarebbero 700). La domenica di protesta nazionale contro la corruzione era stata organizzata dal leader dell’opposizione all’insegna dello slogan Dimon la pagherai. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Strage a Mosul: scuse Usa, i caccia e i droni dell’Italia

prev
Articolo Successivo

L’interdetto Minzolini sconta la pena in Senato

next