Il primo assaggio è noto: Bruxelles chiede una manovra correttiva da 3,4 miliardi, da fare entro aprile. Il conto finale lo è un po’ meno: 40 miliardi da trovare nel prossimo biennio. Quello che la politica non ha invece il coraggio di dire è che l’entità della stangata è salita a causa anche dell’azzardo renziano. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

La Cattiveria 1202

prev
Articolo Successivo

“Del suo governo non è rimasto nulla”

next